MV Skincare: il lusso della semplicità

MV Skincare è la linea di skincare australiana fondata da Sharon McGlinchey di cui Emma Watson, Maggie Gyllenhaal e Rosie Huntington-Whiteley si sono innamorate perdutamente.

La filosofia principale di questo brand è quella di concentrarsi su pochi prodotti (formulati con pochi ingredienti) per ottenere risultati altamente performanti senza sovraccaricare la pelle.

Il packaging è molto semplice e basico ma decisamente specchio di quella che vuole essere la filosofia portante di MV: un buon prodotto di bellezza non deve avere troppi fronzoli, quello che è importante è la semplicità, la purezza di ogni singolo ingrediente. Bottigliette di acciaio, totalmente bianche e con logo e scritte in grigio – estremamente essenziale, ma proprio per questo incredibilmente elegante. Più vi abituerete a vederlo sullo scaffale del vostro bagno, più apprezzerete il design semplice e minimale. 

Tra i prodotti di MV (che, come scrivevo sopra, sono pochi, ma sono quelli giusti), io ho provato l’olio di jojoba, il detergente, il tonico e la crema nutriente alla rosa.

Partiamo dall’olio di jojoba: devo dirlo, non tutti gli oli di jojoba sono gli stessi. Cosa intendo? Ho provato altri oli di jojoba in passato e la qualità di questo supera quella di tutti gli oli provati in passato. Bastano pochissime gocce per rimuovere via tutto il trucco e sentirsi accarezzare il viso. Come fare? Come spiegato nella “3 Minute Skincare Ritual”, dovete inumidire due dischetti di cotone e poi distribuire appena 4/5 gocce dell’olio di jojoba (quasi disegnando una linea orizzontale) per ciascun pad. Appoggiate i dischetti sugli occhi chiusi e contate fino a 5, in modo tale che l’olio di jojoba possa agire e sciogliere il trucco. Poi strofinate delicatamente così da rimuovere il tutto.

La sensazione è veramente spettacolare, diversa da qualsiasi olio struccante al quale siate abituate. L’olio di jojoba è infatti, più che un olio, una cera. Consiglio caldamente di acquistarlo specie in casi di ciglia stressate o occhi sensibili e di usarlo come struccante prima di andare a dormire. È infatti molto nutriente e potrebbe sembrarvi un po’ “pesante” sulle ciglia, in realtà più vi abituerete più lo amerete, specie se associandolo al riposo immediato e allo svegliarsi il mattino successivo con gli occhi rilassati e le ciglia nutrite.

Il Gentle Cream Cleanser è diverso da qualsiasi detergente io abbia mai provato finora: non si tratta infatti né di un gel né di un latte né di una mousse, ma di una vera e propria crema. Sembra quasi di applicare sul viso una crema idratante, soltanto che si tratta di un detergente. Decisamente adatto alle pelli più stressate, sensibili o secche: lo trovo perfetto per tutti coloro che tendono ad avere la pelle screpolata per l’eccessiva secchezza e che hanno problemi con i classici cleanser perché troppo aggressivi. Come per l’olio di jojoba, anche questo prodotto di MV punta tutto sulla “sensitive skin” e sul lavorare non solo sulla salute della pelle ma anche sull’evocare sensazioni di benessere e relax durante l’applicazione dei prodotti. È una costante coccola ad ogni passaggio. Nella sua 3 minute skincare ritual, la founder Sharon McGlinchey suggerisce di massaggiare con le mani leggermente umide il prodotto sul viso per pochi secondi e poi, trattenendosi dal continuare a sfregare il viso, rimuovere il tutto con una mussolina immersa in acqua calda e poi ben strizzata: è come concedersi un trattamento viso quotidiano.

Il tonico alla rosa, nella sua formulazione senza alcol, è rinfrescante e calmante. Il profumo di rosa è spiccato e inebriante e apprezzo moltissimo come il packaging del prodotto permetta di ottenere degli spruzzi “netti e definiti”. In una giornata calda, è l’ideale per rinfrescarsi e sentirsi meglio. 

Ultima ma non ultima, la Rose Soothing & Protective Moisturiser: anche qui, l’odore di rosa si percepisce nettamente ed è spettacolare. Questa crema è il perfetto ultimo step della skincare ritual di MV in quanto davvero tanto nutriente e calmante. Ne bastano pochi pumps per lenire la pelle e nutrirla in profondità. Altro super pregio è la semplicità degli ingredienti di questa crema: come sempre, portante della filosofia del “simplicity is the key”.

Ho apprezzato molto l’essenzialità di MV che si legge in ogni singolo aspetto della linea: dagli ingredienti, al packaging, alla selezione accurata di pochi ma essenziali prodotti.

Se avete pelli sensibili o molto disidratate, stressate o danneggiate dal sole, se soffrite di rosacea o avete bisogno di nutrire e riequilibrare nuovamente la pelle dopo aver usato a lungo tempo prodotti sbagliati e troppo aggressivi, è assolutamente la linea che fa per voi!

Ad un brand così puro e candido e che punta tanto su ingredienti delicati (e sul profumo inebriante delle rose), ho pensato di abbinare una ricetta semplice – come i prodotti – ma di grande effetto: una crema di cocco con fragole arrostite e un dukkah dolce a base di nocciole, semi di sesamo nero (uno degli ingredienti preferiti della fondatrice di MV!) e petali di rosa.

Ingredienti:

1 lattina di latte di cocco full-fat
150g di fragole
1 cucchiaio di miele grezzo
1/2 cucchiaio di acqua di rose
1/2 cucchiaino di succo di limone
1/4 cucchiaino di vaniglia in polvere

100g di nocciole
3 cucchiai di semi di sesamo neri
1/3 cucchiaino di vaniglia in polvere
1/4 cucchiaino di cardamomo in polvere
1 cucchiaino di petali di rosa secchi

Procedimento:

Mettete la lattina di latte di cocco in frigorifero per tutta la notte.
Mettete le fragole tagliate a metà in una teglia e conditele con il miele, l’acqua di rose, il succo di limone e la vaniglia. Arrostite la frutta a 180°C per 20 minuti circa, fate intiepidire e poi conservate in frigorifero per due ore.
Nel frattempo, preparate il dukkah: tostate in una padella le nocciole e i semi di sesamo neri. Metteteli in un mortaio con la vaniglia, i petali di rosa secchi e il cardamomo e pestate il tutto fino ad ottenere una granella.
Aprite la lattina di latte di cocco e separate la crema dall’acqua. Montate la crema con delle fruste finché non avrà assunto la consistenza della panna, poi dividete in due ciotole e mettete come topping le fragole arrostite fredde e un cucchiaio di dukkah.
Servite subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.